Situato nel centro di Lugano, in un edificio donato al Cantone dall Ing. Secondo Reali, il Museo Cantonale d'Arte è stato inaugurato nel 1987. Gli stabili in cui ha sede il Museo rappresentano probabilmente i primi palazzi edificati dopo la metà del 1400 sull'attuale Via Canova, già via Castello, area ricca di testimonianze artistiche. Considerate tali premesse, il lavoro di restauro e ristrutturazione globale ha cercato di salvaguardare e rivitalizzare il profilo storico-architettonico degli edifici, facendo sì che la struttura potesse accogliere un istituto museale con le sue specifiche esigenze.

L’attività del Museo Cantonale d’Arte si sviluppa in due ambiti paralleli: la conservazione e lo studio della collezione che comprende soprattutto opere del XIX e XX secolo e la realizzazione di esposizioni temporanee.

Le opere che compongono la collezione permanente provengono principalmente dal patrimonio artistico del Cantone Ticino, cui si aggiungono le donazioni e i depositi di altri musei svizzeri (Ginevra, Basilea, Zurigo, Winterthur), della Confederazione Elvetica, dell’Associazione Promuseo e di privati. Il costante sviluppo della collezione rappresenta uno degli obiettivi principali del Museo, che persegue una politica mirata di acquisizioni nel tentativo di documentare le diverse componenti dello sviluppo artistico dall’Ottocento ad oggi in rapporto a un territorio, quello del Ticino, situato tra il Nord e il Sud dell’Europa.

Per quanto riguarda l'attività espositiva, il Museo Cantonale d'Arte ha realizzato, in quasi vent’anni di attività, una novantina di esposizioni affrontando tematiche molto diverse che vanno dalla pittura, alla scultura, dalla fotografia al video, dall’architettura alla grafica.